Fantacalcio

Piątek al Milan: Cosa cambia al Fantacalcio

L’attaccante polacco alla corte di Gattuso, farà rimpiangere l'argentino Gonzalo Higuain?

Dopo soli 6 mesi di Serie A l’attaccante Krzysztof Piątek ha una chance fondamentale per confermarsi un bomber di aria di rigore.. La partenza di Higuain ha lasciato un vuoto enorme alle sue spalle e una fame di gol li davanti. Per questo il Milan ha puntato forte sull’attaccante polacco che ora deve dimostrare di essere davvero il cecchino visto con la maglia del Genoa. Cerchiamo di capire cosa cambia e come gestirlo al Fantacalcio.

Piatek al Milan: Gestire il Fantacalcio

Arriva alla corte di Gattuso con un bilietto da visita di 13 goal nella prima parte di campionato che gli permettono di competere per il premio di Capocannoniere della Serie A.

Il punto fondamentale sarà quello di trovare l’intesa con le ali nel 4-3-3 rossonero. La figura più importante per Piątek sarà Suso, assist-man per antonomasia del campionato, che non avrà difficile il compito di servire il compagno con cross e passaggi filtranti. 

Come può giocare il Milan con Piatek

Non cambia il modulo con l’arrivo del polacco, 4-3-3 classico o il 4-4-2 con un idea al moderno 4-2-3-1 con il 23enne unica punta.

Milan con Piatek
Fonte: Gazzetta

Le differenze con Gonzalo sono parecchie, conosciamo il curriculum dell’argentino e non siamo qui a lodare la capacità di movimento e la sua finalizzazione in area di rigore, ciò che determinerà il rendimento saranno i compiti che il mister gli richiederà. Un grande dispendio di energia sarà quello, come con l’argentino, di scendere a centrocampo per aiutare i compagni in difficoltà e supportare le mezze ali nell’impostazione del gioco; se invece il ruolo richiesto sarà quello da pura prima punta, allora i fantallenatori possono stare tranquilli perchè avranno un giocatore simile a quello visto nella prima parte di stagione a Genoa.

Sicuramente la sua appetibilità è cresciuta, è un top di reparto ormai, sotto i vari CR7, Icardi e Immobile, anche se gli ultimi due stanno vivendo una fase calante. Il ballottaggio in attacco con Cutrone non sarà di quello famelici, il 23enne dovrebbe con molta tranquillità essere il titolare designato a far gol e sognare la qualificazione alla Champions tanto attesa.